Ti è piaciuta questa storia?
Condividi questa storia con i tuoi amici
Ti piace questa storia?
Dai il tuo voto
    (4)
    Tavolata brunch

    Brunch: 10 consigli

    10 consigli per il brunch: come organizzarsi in tutta tranquillità e con la massima soddisfazione degli ospiti.

    Pianificazione accurata per un’atmosfera di totale relax

    Una pianificazione accurata è garanzia di successo, e questa massima vale anche per il brunch. Un brunch, che combina colazione e pranzo, inizia circa alle 11.00 e si protrae fino al pomeriggio. Uno spunto interessante consiste nel decidere un tema, ad esempio la cucina orientale, mediterranea o magari svizzera, quindi scegliere musica di sottofondo adatta (Rachid Taha, Adriano Celentano, Mani Matter).

    Un pensiero è gradito

    In genere, al momento dell’invito gli ospiti chiedono cosa portare. Distribuisci tranquillamente i compiti senza timore. Nella maggior parte dei casi, i consigli sono graditi. Una conseguenza positiva? Il buffet si arricchisce.

    Stoviglie e sedie: sono abbastanza?

    Ciò che è ovvio viene spesso trascurato. Sedie, forchette, coltelli, ciotoline sono sufficienti? Verifica e prevedi eventuali alternative. Vicini e invitati saranno felici di dare il proprio contributo. Puoi anche optare per le stoviglie usa e getta in cartone: sono la soluzione più ecologica.

    Varietà in tavola

    Spiedini di gamberetti con mango

    Spiedini di gamberetti con mango

    In linea di massima, il menu deve essere abbondante, ma non eccessivo, e soprattutto vario. Ad esempio, affianca piatti leggeri a pietanze più sostanziose e proposte classiche ad alternative esotiche. Servi diversi piatti a base di uova: oltre all’uovo alla coque, che non deve mai mancare, puoi pensare a una tortilla alle verdure. Gli spiedini fingerfood arricchiscono l’offerta ancora di più: possono essere salati, dolci, vegani, con carne o pesce... Il nostro suggerimento? Spiedini di gamberetti su letto di mango.

    Il pezzo forte: pane & co.

    Pane al mais

    Pane al mais

    Pane, prodotti da forno, confetture e creme da spalmare di ogni varietà rappresentano il pezzo forte di ogni brunch. Pane al latticello con noci, pane al mais o crema di salmone consentono di scatenare la fantasia. Magari gli ospiti arriveranno con una treccia appena sfornata o vol-au-vent fatti in casa. Per ogni ospite bisogna considerare circa 200-300 grammi di pane e prodotti da forno.

    Stuzzichini caldi e freddi

    Tazze piene di minestra

    Un’invitante tazza di minestra

    È consigliabile prevedere stuzzichini sia freddi che caldi, ad esempio una zuppa o una quiche, che hanno il vantaggio di poter essere cucinati già il giorno prima. Classici quali formaggio, salumi, prosciutto o vol-au-vent sono veloci da preparare e consentono di sbizzarrirsi con le decorazioni, ad esempio bandierine su bastoncini di legno per individuare i diversi tipi di formaggio. Per la zuppa è necessario prevedere tazze.

    Piatti per tutti i gusti e per ogni generazione

    Tartare di salmone da spalmare con germogli

    Una golosa tartare di salmone con germogli

    Prevedi piatti classici ed esotici, raffinati e semplici. Ad esempio il più tradizionale muesli, un’esotica insalata di papaia, un’elegante tartare di salmone affumicato con aneto e snack vari come patatine, cracker, barrette croccanti, da presentare in bicchieri, avvolti in cartoccetti fatti a mano. Se tra gli ospiti ci sono bambini, non possono mancare la crema spalmabile di nocciole e cacao fatta in casa o le crêpes alla Nutella.

    Bibite per tutti

    Ingwer-Minze-Bowle

    Una bowl conferisce al brunch un tocco festivo.

    Come regola generale, bisogna considerare 5 decilitri di tè o caffè per persona. L’acqua può essere aromatizzata, ad esempio con zenzero, menta, agrumi o cetrioli. Succo fresco e smoothie, se acquistati, si presentano decisamente meglio se serviti in brocca o caraffa. Per quanto riguarda le bevande alcoliche, offri prosecco con sambuco oppure (scelta ancora più insolita) una bowle di stagione, ad esempio allo zenzero e menta, oppure uno smoothie verde con formentino e banana.

    Dolci delizie per il palato

    Gli italiani lo sanno ormai da tempo: il dolce, in un brunch, non deve mai mancare. Anche qui la scelta è vasta: torte, cupcake, pancake, muffin. E per i più piccoli, meringhe al cioccolato.

    Decorazioni a tema

    È tutto pronto ma ti sembra che manchi ancora qualcosa? Ecco alcuni consigli per decorazioni a tema che coniugano pollice verde e creatività: piante e cactacee disposte in vecchie lattine di pelati oppure fiori in vaso presentati in scatole di muesli o in graziose cassette di legno.

    Foto: Claudia Linsi, Daniel Aeschlimann, Lukas Lienhard, Stockfood, iStockphoto, Christine Benz
    Testo: Judith Wyder

    Cosa ne pensi?
    Scrivi il tuo commento
    Aggiungi

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Commenti (0)
    Valutazioni

    Ti piace questa storia? Grazie della tua valutazione

      (4)

      Questa storia è già stata valutata da 26 persona/e.

      Ti è piaciuta questa storia?
      Condividi questa storia con i tuoi amici

      Hai già letto questi articoli?

      Reportage
      Per saziare un languorino con qualcosina di sfizioso, in Portogallo si ordinano i petiscos. E guai a pensare che siano una semplice variante delle tapas!
      Listicle
      Prosciutto iberico o prodotti da forno: a Barcellona le prelibatezze non finiscono mai. Il programma serale con tapas, ristorante e club inizia dalle 20.
      Trend
      Bratwurst e cervelas sono in Svizzera gli insaccati più popolari: occupano le prime due posizioni nelle vendite.
      Trend
      Che lo vogliamo o no, spesso i food trend dall’America arrivano fino a noi, in Svizzera. Quattro tendenze con le quali potremmo avere a che fare.

      Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

      Iscriviti e scopri i vantaggi

      Scopri tutti i vantaggi del club

      Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
      Ti piace? Diventa un membro del club e salva questa storia
      Ti piace questa storia?
      Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
      Riprova più tardi.
      Al momento il server non è disponibile.