Che titolo vuoi dare al tuo ricettario?

Modifica il titolo del ricettario

Cancella il ricettario

Sei sicuro di voler eliminare questo ricettario? Le ricette in esso contenute sono ancora disponibili nella tua raccolta di ricette.

Bontà e convenienza

11 consigli per risparmiare in cucina

La bontà può essere anche conveniente! 11 consigli per soddisfare il palato con un budget ridotto: perché l’ingrediente più importante è la creatività.

1. La programmazione

Chi ha già cucinato per un campo scout o per un gruppo sciistico in trasferta lo sa già: senza programmare il menu non si va lontano. Primo, perché non si ha tempo di fare la spesa tutti i giorni, visto che ci sono tante bocche da sfamare mattina, mezzogiorno e sera. Secondo, perché per rimanere nel budget, di solito molto limitato, occorrono una certa destrezza e una buona dose di creatività. Lo stesso vale per la vita di ogni giorno: studiare in anticipo il menu quotidiano per almeno tre giorni (meglio ancora per una settimana) aiuta a risparmiare tempo e denaro. Abbondare con le quantità in genere conviene – non solo al momento dell’acquisto ma anche ai fornelli, perché gli avanzi si possono riciclare in tanti modi gustosi (vedi punto 10).

2. La lista della spesa

Per mettere in pratica con successo la massima secondo cui è meglio comprare tanto poche volte, piuttosto che poco tante volte, la cosa migliore è stilare una lista della spesa, che tendenzialmente aiuta anche a evitare gli acquisti d’impulso. In più conviene tenere sempre gli occhi aperti per cogliere al volo le offerte speciali (vedi punti 3 e 4).

Aktionsrezepteteaser-icon

Le ricette convenienti della settimana

Cucinare a buon prezzo con le azioni Migros della settimana.

3. I prodotti di stagione

Frutta e verdura di stagione costano generalmente meno e, non di rado, si trovano anche in offerta. Ma non per questo bisogna lasciarsi prendere la mano: per evitare che metà della spesa finisca al compostaggio, è utile decidere in anticipo come approfittare al meglio della generosità della natura (vedi punti 1 e 11). Il nostro calendario delle stagioni è un ottimo strumento di consultazione per scoprire quando mangiare cosa.

Frutta e verdura di stagione

Formentino
Formentino
bianco e verde finocchio
Finocchio
Cipolla bianca
Cipolle
Cicorino rosso
Cicorino rosso
Champignons
Champignon
saison-calender-icon
Calendario delle stagioni

4. Le confezioni famiglia

Rispetto alle famiglie, single e coppie spendono di più per mangiare: le confezioni piccole, infatti, sono notoriamente più care di quelle grandi. In molti casi, però, le confezioni famiglia sono adatte anche ai nuclei familiari più piccoli – anche perché con quasi tutti i prodotti si possono preparare pietanze diverse, utili a diversificare il menu settimanale (vedi i punti 5, 10 e 11).

5. Le scorte

Cucinare è ancora più bello quando si può scegliere fra ingredienti diversi già presenti in dispensa. Conservati nel modo giusto, gli alimenti durano più a lungo. Oltre ai prodotti secchi come la pasta, il riso, la farina, nella credenza della cucina stanno bene le spezie, il sale, l'aceto e l'olio. Vanno invece tenuti al fresco i prodotti a breve scadenza come il formaggio, il latte, la panna e le uova, nonché carne, pesce, pollame e tutto ciò che è avanzato o è stato cucinato con questi ingredienti. Per conservare a lungo termine alimenti di varia natura l’ideale è, comunque, il congelatore (vedi punto 11).

6. La tempistica

Spesso, poco prima dell’orario di chiusura, i negozi offrono a prezzo ridotto dei prodotti che hanno raggiunto la data di scadenza ma sono ancora buoni. In alcune panetterie, inoltre, il pane del giorno prima costa meno. Anche andare a fare la spesa a stomaco pieno è da considerarsi buona “tempistica” (e un ottimo modo per non ritrovarsi con il portafoglio vuoto), perché il senso di fame induce a riempire il carrello più del necessario (vedi punto 2).

7. I carboidrati

Gli alimenti ricchi di carboidrati come pastapatate, riso e mais saziano molto e, rispetto alla carne, costano meno. Per esempio la pasta al forno, un classico della cucina italiana, è tra i piatti più economici al mondo. Per riempire lo stomaco sono ottimi i legumi come lenticchiefagioli e ceci, che peraltro contengono anche preziose sostanze nutritive. Il bello è che tutti questi prodotti si conservano anche a lungo, per cui se ne può fare tranquillamente scorta (vedi punto 5).

Pasta al forno

Preferiti Elimina dai miei preferiti
Pasta al forno

8. La carne

Il tradizionale arrosto della domenica sta tornando di gran moda, e per più di una ragione: si può preparare con pezzi di carne non troppo cari ed è buonissimo anche mangiato il giorno dopo (purché lo si conservi in frigo, vedi punto 5). Altrettanto convenienti e versatili sono per esempio il pollo, la carne macinata, lo sminuzzato, la trippa, l’ossobuco e gli insaccati.

9. I classici

Quasi tutte le cucine tradizionali hanno i loro classici, nati in epoche nelle quali il cibo era più sussistenza che piacere. Questi piatti richiedono pochi ingredienti “poveri” e saziano a fondo, ma non per questo mancano di gusto, anzi! Per quanto riguarda la Svizzera rientrano ad esempio in questa categoria la minestra d’orzo, i maccheroni dell’alpigiano e i rösti, mentre fra gli evergreen italiani figurano pastapolentarisotto e minestrone.

Minestrone

Preferiti Elimina dai miei preferiti
Minestrone

10. Gli avanzi

Ogni cuoca (o cuoco) che si rispetti lo sa: le ricette più gustose sono nate dagli avanzi (vedi punto 9). Alcune di queste, vere delizie per il palato, sono ormai celebri e amatissime in tutto il mondo, come nel caso di paella, pizza, fagottini ripienipan perduto – alias armer Ritter, pain perdu o french toast. Ma anche torte salate e gratin, zuppe e stufati sono un ottimo modo per riutilizzare gli avanzi.

11. Il congelatore

Come già detto sopra, confezioni famiglia e prodotti di stagione sono generalmente più convenienti (vedi punti 4 e 5). Un modo intelligente per approfittare delle offerte speciali è utilizzarle come scorta. Ciò presuppone che l’alimento di turno possa essere conservato in maniera adeguata più o meno a lungo. Alla conservazione prolungata si prestano quasi tutti i prodotti e per molti di essi si può perfino optare fra varie modalità – frutta, verdura ed erbe aromatiche, per esempio, si conservano benissimo in congelatore, ma si possono anche mettere in conserva o essiccare.

Iscriviti e valuta

Potrebbe interessarti anche