Ti è piaciuta questa storia?
Condividi questa storia con i tuoi amici
Ti piace questa storia?
Dai il tuo voto
    (2,7)
    Il pasto principale? La cena!

    Il pasto principale? La cena!

    I tempi sono cambiati: oggi la cena è diventata l’occasione d’incontro più importante tra familiari e amici.

    Colazione, pranzo, cena: gli impegni scolastici e di lavoro a orari sfalsati rendono sempre più difficile per una famiglia riuscire a condividere tutti e tre i pasti. Da qui la crescente importanza della cena, diventata il pasto principale soprattutto durante la settimana. E non soltanto per le famiglie, ma anche per le coppie e i single, come occasione di incontro con gli amici.

    In compagnia è meglio

    «È soprattutto la cena a svolgere la funzione di «falò sociale», attorno al quale radunarsi davanti a un buon piatto», si legge nel libro sull’alimentazione in Germania «So is(s)t Deutschland». Lo stesso vale per la Svizzera. Di sera, intorno a un tavolo, si discute, si racconta, si parla e si flirta. Perché saranno anche cambiate le abitudini alimentari, ma l’essere umano preferisce ancora mangiare in compagnia, trasformando il pasto in un momento di aggregazione. La tendenza è quella di preparare piatti caldi, ma leggeri. Il lavoro però scombina spesso i piani: secondo uno studio, mentre il 70 percento degli intervistati dedica tempo alla cena, il 50 percento salta il pranzo. Molti arrivano quindi a sera a stomaco vuoto e la cena diventa il pasto più ricco, nel pieno rispetto del motto: non contano tanto le calorie, quanto il momento e lo stare insieme.

    Piatti leggeri, veloci o che impegnano per l’intera serata

    Zuppa di pane

    Zuppa di pane: una cena di tipo tradizionale, ideale per riciclare gli avanzi. Ecco la ricetta.

    Oltre che con café complet, in Svizzera si è cenato a lungo con maccheroni dell’alpigiano, cornetti al ragù, cervelas con pane, rösti, patate lesse e formaggio o piatti di riciclo, come la zuppa di pane. Oggi sono i nostri impegni a decidere cosa e quanto mangiare la sera. «Sano e leggero» è la tendenza diffusa. Parola d’ordine: low carb. Chi a mezzogiorno ha già dovuto affrontare un abbondante pranzo di lavoro e di sera cerca soprattutto relax, preferisce magari saltare la cena una volta alla settimana e limitarsi a uno smoothie, ad esempio con bacche e semi di chia. Quando invece la cena diventa il momento principale della giornata, si pensa a un menu normale da condividere con la famiglia, il partner o gli amici. E poi capitano quelle serate in cui la televisione propone una serie interessante o un importante incontro di calcio. In queste occasioni, l’ideale è il «convenience food»: piatti pronti, pizza o un’insalata già lavata e mondata. Oppure un pasto già pronto al take-away lungo il rientro a casa o con consegna a domicilio.

    Café complet: una tradizione mai del tutto fuori moda

    A 20 anni, Marianne Kaltenbach – leggendaria autrice svizzera di libri di cucina – non riusciva a farsi piacere il «caffelatte con pane e formaggio». L’autore di successo Martin Suter, invece, quando si trovava all’estero, in Guatemala e a Ibiza, apprezzava il piacere di una semplice cena nella tradizione elvetica. Odiato o amato che sia, il café complet ha segnato la storia della cena in Svizzera. Il piatto prevede una grossa tazza di caffelatte con pane, burro, formaggio, affettati, confettura, a volte addirittura un birchermüesli. Due artisti tedeschi, che a Basilea hanno condotto un’indagine sulla cena intervistando numerose persone, hanno constatato come oggi il concetto sia ormai andato in gran parte perso: «Café complet? Mai sentito nominare», si sono sentiti rispondere in più occasioni. Una donna ha spiegato come il piatto le fosse completamente estraneo, pur ricordando che la nonna lo ordinava ogni volta che andavano in una sala da tè. Un’altra intervistata ha raccontato come il café complet accompagni le sue serate fin dall’infanzia: una cena fredda che prevede ogni tipo di alimento, tranne il caffè. In effetti, oggi il caffè viene spesso sostituito dal tè o da un bicchiere di vino, e a pane e formaggio si aggiungono anche frutta e insalata. Il café complet non sarà forse più così diffuso, ma ha comunque saputo trasformarsi: impossibile eliminarlo completamente dalle tavole.

    Foto: iStockphto, Christine Benz, Andreas Thumm, Claudia Linsi
    Testo: Judith Wyder

    Cosa ne pensi?
    Scrivi il tuo commento
    Aggiungi

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Commenti (0)
    Valutazioni

    Ti piace questa storia? Grazie della tua valutazione

      (2,7)

      Questa storia è già stata valutata da 6 persona/e.

      Ti è piaciuta questa storia?
      Condividi questa storia con i tuoi amici

      Hai già letto questi articoli?

      Reportage
      Ognuno ha la sua pizza preferita, anche gli autori delle nostre ricette. Vuoi scoprire quali sono?
      Focus
      Cozze, kofte e moussaka: queste ricette ricreano magicamente l’atmosfera mediterranea a tavola – anche quando le vacanze sono ormai un lontano ricordo.
      Listicle
      Coniglietti pasquali di cioccolato e non solo: a ciascuno il suo.
      Focus
      Spaghetti o penne? In Italia il tipo di pasta si sceglie in base al condimento: la sua densità e consistenza devono sposarsi perfettamente con il formato.

      Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

      Iscriviti e scopri i vantaggi

      Scopri tutti i vantaggi del club

      Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
      Ti piace? Diventa un membro del club e salva questa storia
      Ti piace questa storia?
      Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
      Riprova più tardi.
      Al momento il server non è disponibile.