Ti è piaciuta questa storia?
Condividi questa storia con i tuoi amici
Ti piace questa storia?
Dai il tuo voto
    (4,2)
    Kabeljau zum Trocknen aufgehängt

    Gli stranieri in Svizzera

    Cosa fanno gli stranieri che vivono in Svizzera quando vengono presi dalla nostalgia per la cucina del loro paese? Cosa gli manca e perché? Lo abbiamo chiesto direttamente a loro.

    Romeu d’Aquino (33 anni), da Aveiro, Portogallo

    Romeu d’Aquino (33 anni), di Aveiro, Portogallo

    «Sono nato sul mare e la cosa che mi manca di più è il pesce. In Portogallo compero le sardine e il baccalà (bacalhau) direttamente dal pescatore. Il baccalà è merluzzo che viene messo sotto sale in modo da conservarsi a lungo. Lo si trova anche in Svizzera ma in Portogallo ci sono moltissimi tipi diversi. I miei genitori me lo portano due volte l'anno così ne ho sempre una scorta. Lo si deve bagnare un po' al giorno finché non perde completamente il sale, iniziando circa una settimana prima di cuocerlo. Viene cotto al vapore, fritto, al forno o usato per preparare delle polpette. Mi piace così tanto che potrei mangiarlo ogni giorno.»

    Sonja Forster (33 anni), di Dollnstein, Baviera, Germania

    Sonja Forster (33 anni), di Dollnstein, Baviera, Germania

    «Quello che mi manca di più sono le brezel bavaresi, che hanno un sapore più intenso e sono più cotte di quelle che si trovano qui in Svizzera. In Baviera le usiamo in molte occasioni: come merenda per grandi e piccoli, come pensiero per i colleghi più cari o anche la sera per una cena veloce. Di solito i bavaresi le gustano con le salsicce bianche. Io le spalmo di burro o le riempio di formaggio, anche svizzero all'occorrenza. Cosa fanno i bavaresi quando hanno nostalgia delle brezel? Bevono un bel boccale di birra, che ha la capacità di placare qualsiasi nostalgia di casa.»

    Maryromy Thomas Jeyasooriya (17 anni), di Jaffna, Sri Lanka

    Maryromy Thomas Jeyasooriya (17 anni), di Jaffna, Sri Lanka

    «Quando sono in Sri Lanka raccolgo la guava, il mio frutto preferito, direttamente dall'albero. Lì c'è una varietà incredibile di frutta che non ho mai trovato altrove. Il mango, il mangostano e la papaia sono in vendita anche alla Migros, altri tipi di frutta si trovano nel negozio tamil, ma hanno un lungo viaggio dietro di sé. Una volta all'anno la nonna mi manda dei vestiti e della frutta tamil. Sceglie frutti piccoli con la buccia dura in modo che si mantengano freschi più a lungo. Ricevere i suoi pacchi mi fa sempre un immenso piacere.»

    Shery Davtalab (40 anni), di Teheran, Iran

    Shery Davtalab (40 anni), di Teheran, Iran

    «Mi manca lo zafferano di Persia. In Iran lo chiamiamo ‘oro rosso’ e lo usiamo ovunque in cucina. Maciniamo i pistilli o li pestiamo nel mortaio poco prima di consumarli. Solo così mantiene un sapore intenso. Della varietà più preziosa, lo zafferano Rishe, usiamo anche le radici. Anche queste vengono macinate. Lo zafferano nuovo me lo spedisce mia sorella per posta dall'Iran. Quando preparo dei piatti qui in Svizzera, qualcuno mi dice che il cibo in paradiso ha sicuramente lo stesso sapore. Il mio segreto è lo zafferano, che ha la capacità di metterti di buon umore; per questo la gente in Iran è sempre sorridente.»

    Andreas Vatsellas (30 anni), di Atene, Grecia

    Andreas Vatsellas (30 anni), di Atene, Grecia

    «A casa ad Atene mia madre prepara i migliori domates gemistes della Grecia. Sono pomodori al forno ripieni di riso, erbe aromatiche e altri ingredienti segreti. Si mangiano freddi il giorno dopo la cottura, in modo che abbiano il tempo per insaporirsi ancora di più. Fortunatamente non ho mai troppa nostalgia del cibo greco perché ogni sei settimane torno a casa in aereo. Quando sono lì apprezzo ancora di più le bellezze del mio paese, così qui in Svizzera posso concedermi un menu più internazionale: pizza, curry thai o rösti.»

    Musa Baker (21 anni), di Aleppo, Siria

    Musa Baker (21 anni), di Aleppo, Siria

    «È da molto che non bevo più erk soos, un succo scuro a base di radice di liquirizia che in Siria si vende per le strade. I venditori richiamano l'attenzione dei passanti sbattendo le lucenti brocche dorate o argentate. Poi versano il liquore freddo in un bicchiere facendolo cadere dall'alto. Cercherò di prepararlo qui. Si grattugia della radice di liquirizia e si lascia in ammollo nell'acqua per una giornata, quindi si filtra il tutto con un canovaccio. L'erk soos viene bevuto dopo il tramonto durante il Ramadan, per la nostra colazione».

    Severina Kurmann Martinez (41 anni), di San Cristobal, Repubblica Dominicana

    Severina Kurmann Martinez (41 anni), di San Cristobal, Repubblica Dominicana

    «Vivo già da 22 anni in Svizzera ma ancora sento la mancanza dei pranzi e delle cene fatti insieme a tanta gente. Nella Repubblica Dominicana infatti le famiglie sono molto numerose, si prepara cibo in abbondanza e si portano in tavola molti piatti diversi. Ad esempio il salcocho, un piatto unico simile al bollito ma molto più ricco, che viene preparato con carne di manzo, coda di bue, ossa, banane, manioca, pannocchie tagliate a pezzi e molti altri ingredienti, che fortunatamente sono tutti in vendita alla Migros. Io, i miei figli e mio marito facciamo una grande spesa e poi festeggiamo in stile caraibico, con molti amici della Repubblica Dominicana.»

    Foto: Getty Images, Ueli Bischof
    Testo: Ueli Bischof

    Cosa ne pensi?
    Scrivi il tuo commento
    Aggiungi

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Commenti (0)
    Valutazioni

    Ti piace questa storia? Grazie della tua valutazione

      (4,2)

      Questa storia è già stata valutata da 22 persona/e.

      Ti è piaciuta questa storia?
      Condividi questa storia con i tuoi amici

      Hai già letto questi articoli?

      Reportage
      Dopo una lezione non c'è niente di meglio di un delizioso spuntino. Se poi è anche sano… tanto di guadagnato!
      Listicle
      La fondue chinoise è un tipico manicaretto delle feste. 10 consigli per renderla ancora più gustosa, con le varianti per accontentare tutti i commensali.
      Trend
      Che lo vogliamo o no, spesso i food trend dall’America arrivano fino a noi, in Svizzera. Quattro tendenze con le quali potremmo avere a che fare.
      Listicle
      I cinque dessert al cioccolato più irresistibili per finire in dolcezza.

      Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

      Iscriviti e scopri i vantaggi

      Scopri tutti i vantaggi del club

      Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
      Ti piace? Diventa un membro del club e salva questa storia
      Ti piace questa storia?
      Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
      Riprova più tardi.
      Al momento il server non è disponibile.