Ti è piaciuta questa storia?
Condividi questa storia con i tuoi amici
Ti piace questa storia?
Dai il tuo voto
    (3,6)
    Dolci fritti di Carnevale

    Un pieno di calorie per Carnevale

    Le frittelle di Carnevale e le cosce di dama sono dolci tradizionali delle prime settimane dell’anno, le cui radici affondano nell’antica usanza del digiuno.

    Ormai non sono molte le persone la cui vita quotidiana è regolata dalle norme religiose. Eppure è proprio alle tradizioni cristiane che risale l’origine dell’abbondante offerta di frittelle di Carnevale e cosce di dama: a gennaio riempiono i negozi di alimentari, mentre le panetterie propongono anche altri dolci fritti, per esempio krapfen o Schlüferli. Si stima che ogni anno in Svizzera si vendano 50 milioni di frittelle di Carnevale.

    A dare origine alla tradizione è stata la data, che cambia tutti gli anni, del mercoledì delle ceneri, fissata nel Medioevo dal concilio di Benevento come primo giorno di Quaresima. Entro la giornata precedente, il «martedì grasso», bisognava aver consumato tutte le provviste che nelle successive sei settimane non si sarebbero più potute mangiare (e forse sarebbero anche andate a male). Inizialmente di queste provviste facevano parte tutti i cibi di origine animale, dunque anche uova, strutto o burro. In Francia e in Inghilterra, la tradizione voleva (e vuole ancora oggi) che per questa giornata si preparassero (e si preparino) crepe o pancake.

    Questo periodo in cui si cucinava e mangiava in grande abbondanza (e in cui si consumavano bevande alcoliche) coincideva con la fase, spesso scatenata, del Carnevale. Prima delle sei settimane di frugale Quaresima, che sarebbero proseguite fino al sabato di Pasqua, bisognava saziarsi per bene, ingerendo molti grassi e molti zuccheri, un'usanza che oggi sarebbe difficile da conciliare con la tendenza a un’alimentazione sana ed equilibrata.

    Passato il Carnevale era la volta di prodotti da forno più semplici come la Fastenwähe, una specialità di Basilea oggi diffusa in tutta la Svizzera e simile ai Beugerl austriaci e alle Brezel della Germania meridionale. Per Pasqua, poi, si tornava a preparare dolci ricchi e zuccherini, che segnavano definitivamente la fine del digiuno.

    Oltre ai dolci preparati mediante frittura in abbondante grasso, come le frittelle di Carnevale, gli Zigerkrapfen, le cosce di dama, gli Schlüferli, le ticinesi meraviglie di Carnevale oppure le Bachenschnitte dell'Appenzello, per Carnevale la Svizzera offre specialità come il pasticcio alla lucernese (pasta sfoglia ripiena di impasto di vitello, uvetta, cipolla e funghi), le torte salate di cipolle e le torte salate di formaggio. A proposito: mentre un tempo per preparare queste delizie si usavano in genere lo strutto o il burro, oggi si preferiscono appositi oli per friggere, come quello di arachidi.

    Testo: Roberto Zimmermann
    Foto: Ruth Küng, Migusto

    Cosa ne pensi?
    Scrivi il tuo commento
    Aggiungi

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Commenti (3)
    R. Blattmann 07.02.2019

    Ich mache noch gerne selber Zigerkrapfen , aber die besten Fasnachtsküchlein gibt es bei Euch

    Risposte

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    A. Hofmann-Jaccoud 04.02.2018

    toutes ces bonnes choses ont l'air excellentes.j'en mangerai bien un peu...mais gare à la ligne...andrée

    Risposte

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    M. Truninger 25.01.2018

    Alles gut und recht, aber ich kaufe in der Migros so feine dass ich die bleibende Zeit anders nutzen kann

    Risposte

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Valutazioni

    Ti piace questa storia? Grazie della tua valutazione

      (3,6)

      Questa storia è già stata valutata da 19 persona/e.

      Ti è piaciuta questa storia?
      Condividi questa storia con i tuoi amici

      Hai già letto questi articoli?

      Focus
      Il bagel va davvero forte: la sua carriera è iniziata ben 400 anni fa, ma alla fine è riuscito a diventare una star mondiale... Anzi, spaziale!
      Listicle
      La fondue chinoise è un tipico manicaretto delle feste. 10 consigli per renderla ancora più gustosa, con le varianti per accontentare tutti i commensali.
      Focus
      Il problema con i condimenti per insalata non è tanto prepararli, quanto orientarsi nella giungla delle definizioni: proviamo a fare un po’ di chiarezza.
      Listicle
      Passeggiare degustando: un breve tour dei mercati autunnali e delle fiere gastronomiche in Svizzera, dai più piccoli e pittoreschi fino ai più antichi e leggendari.

      Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

      Iscriviti e scopri i vantaggi

      Scopri tutti i vantaggi del club

      Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
      Ti piace? Diventa un membro del club e salva questa storia
      Ti piace questa storia?
      Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
      Riprova più tardi.
      Al momento il server non è disponibile.