Che titolo vuoi dare al tuo ricettario?

Modifica il titolo del ricettario

Cancella il ricettario

Sei sicuro di voler eliminare questo ricettario? Le ricette in esso contenute sono ancora disponibili nella tua raccolta di ricette.

Vellutata all’aglio orsino con ebly

Vellutata all’aglio orsino con ebly

Vellutata primaverile dal gusto delicato a base di pesto all’aglio orsino, carote, Ebly, formaggio svizzero e morbida panna. Non è la solita minestra!

  • vegetariano
  • 30 min

Ingredienti

Piatto principalePer 4 persone

Perché non posso scegliere liberamente le dosi?

Niente più rischi o imprevisti

Per 4, 8 o 12 persone? Nelle ricette di Migusto, puoi modificare il numero delle persone o delle porzioni, variando così le quantità degli ingredienti, ma solo quando è garantita la riuscita della ricetta.

  • 200 gdi carote
  • 1cipolla
  • 100 gdi Ebly
  • 1 dld’olio di colza
  • 2 dldi brodo
  • 6 dldi latte
  • 2 dldi panna
  • 40 gd’aglio orsino
  • 2 cucchiaidi sbrinz grattugiato
  • 2 cucchiaidi pinoli
  • sale
  • pepe
Kilocalorie
590 kcal
2.450 kj
Proteine
10 g
6,9 %
Grassi
50 g
77,3 %
Carboidrati
23 g
15,8 %

Come procedere

Preparazione:
ca. 30 minuti
  1. Sminuzzate finemente le carote. Tritate la cipolla. Soffriggete le verdure con l’Ebly in poco olio. Bagnatele con il brodo e fate sobbollire per ca. 10 minuti. Scolate il liquido e raccoglietelo. Scaldatelo con il latte e la panna. Tritate grossolanamente l’aglio orsino e frullatelo insieme con lo sbrinz, i pinoli e l’olio rimasto fino a ottenere un pesto. Mettete 4 cucchiai di pesto nel liquido e frullate il tutto. Condite la vellutata con sale e pepe. Servite e distribuite sulla vellutata la miscela di Ebly e carote.

Ricetta: Ralph Schelling
Fonte: https://migusto.migros.ch/it/ricette/vellutata-all-aglio-orsino-con-ebly
Già cucinato Cucinato

Valori nutrizionali per porzione

Consigli utili

Il pesto è adatto anche per condire la pasta, il riso e le ricette a base di uova. Raccolta dell'aglio orsino selvatico: attenzione a non confondere le foglie dell'erbetta aromatica, dal forte odore di aglio, con quelle velenose del mughetto e del colchico (falso zafferano). Sia il mughetto sia il colchico hanno foglie meno opache sul lato inferiore mentre quelle dell'aglio orsino sono belle brillanti sopra e leggermente opache sotto. Inoltre, le foglie dell’aglio orsino crescono dal suolo individualmente, con lo stelo fine che si distingue chiaramente dalla foglia. Le foglie del colchico crescono direttamente dal tubero senza stelo e non hanno odore. Le foglie dell'aglio orsino vanno lavate accuratamente prima di essere utilizzate.

Iscriviti e valuta

Ricette correlate

Fatti ispirare