Pitaya gialla e rossa

La pitaya (frutto del drago) è uno spettacolare frutto cactaceo. Esistono due varietà: la pitaya gialla è più aromatica e dolce di quella a buccia rossa.

Pitaya

La pitaya o frutto del drago è un’esotica tra i frutti esotici. Le sue origini? Nessuno le conosce con esattezza. Una cosa è certa: sta di casa sia in Asia che in Sudamerica. Questo spettacolare frutto cactaceo esiste in versione gialla e rossa. A livello gustativo, entrambe ricordano il kiwi e la pera, anche se la pitaya gialla è più aromatica e dolce rispetto a quella dalla buccia rossa. Giunge a maturazione quando la buccia assume una colorazione uniforme. A temperatura ambiente il frutto del drago continua a maturare e nel frigorifero si conserva per qualche giorno. Dimezzata longitudinalmente, la pitaya va gustata con il cucchiaino, semi inclusi. Una volta tolta la buccia, la polpa può anche essere frullata. I semi favoriscono la digestione. Attenzione al calore, che ne attenua l’aroma.

Foto: Getty Images, iStock

Consiglia
Condividi questo articolo con i tuoi amici

Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

Iscriviti e scopri i vantaggi

Scopri tutti i vantaggi del club

Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
Ti piace? Diventa un membro del club e salva questi trucchi e astuzie
Ti piace questo suggerimento?
Ti piace questo suggerimento? Clicca sul cuore e salva il suggerimento nella tua lista.
Riprova più tardi.
Al momento il server non è disponibile.