Romanesco

Il romanesco è il bel discendente del cavolfiore. Contiene prezioso betacarotene e vitamina C. Più a lungo viene cotto più si manifesta l’aroma di cavolo.

Romanesco

Il romanesco è l’erede del cavolfiore. Come suo padre, proviene originariamente dall’Italia. La sua coltivazione risale a 400 anni fa nei pressi di Roma, ma oggi viene coltivato anche da noi. Le sue rosette appuntite ricordano un minareto, ed è forse quindi il più elegante tra i cavoli. Oltre alle qualità decorative, il romanesco possiede preziose sostanze nutritive, quali betacarotene e vitamina C. Come gusto ricorda quello del cavolfiore e dei broccoli. Più a lungo viene cotto, più si manifesta l’aroma di cavolo. Il romanesco fresco ha foglie esterne croccanti di colore verde intenso. In frigorifero si conserva circa quattro giorni. Il romanesco appena colto è ottimo anche crudo, in seguito delizia i palati cotto a vapore, come minestra o come contorno.

Foto: Shutterstock

Consiglia
Condividi questo articolo con i tuoi amici

Ricette simili

Ti piace? Diventa membro del club e salva la ricetta.
Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
Ti piace questa ricetta?
Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
30 min
principiante

Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

Iscriviti e scopri i vantaggi

Scopri tutti i vantaggi del club

Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
Ti piace? Diventa un membro del club e salva questi trucchi e astuzie
Ti piace questo suggerimento?
Ti piace questo suggerimento? Clicca sul cuore e salva il suggerimento nella tua lista.
Riprova più tardi.
Al momento il server non è disponibile.