Ti è piaciuta questa storia?
Condividi questa storia con i tuoi amici
Ti piace questa storia?
Dai il tuo voto
    (1)
    Alghe e snack

    Alghe, il superfood

    Da quando il sushi – avvolto nei tipici fogli di nori – fa parte dell’assortimento standard dei maggiori negozi al dettaglio, si è capito che le alghe sono le nuove star dei mari. Ma quali varietà sono commestibili? E come prepararle?

    Le alghe si trovano in tanti tipi e varietà. Si fa una distinzione tra microalghe, piccole, e macroalghe, grandi, che a seconda del colore sono ulteriormente suddivise in alghe rosse, brune o verdi. Non tutte si possono mangiare. In compenso, con quelle commestibili si possono preparare i piatti più diversi. Perché le alghe sono ben più di un semplice involucro per il sushi.

    Quali alghe si possono mangiare?

    In particolare le alghe nori, dulse, kombu, wakame, spaghetti di mare, ma anche microalghe come la chlorella e la spirulina si trovano in commercio nei negozi al dettaglio o in quelli di prodotti asiatici. Queste alghe si possono preparare e gustare nei modi più vari: crude e fresche, essiccate o reidratate, lesse, fritte o saltate. Sono adatte come contorno vegetale, come snack o per condire piatti asiatici.

    Cosa rende le alghe un superfood?

    Le alghe sono poco caloriche e contengono fibre, vitamine e minerali, oltre che proteine e importanti acidi grassi. È importante far caso al contenuto di iodio, che in alcune alghe può essere molto elevato. Per questo motivo bisognerebbe mangiare solo alghe sulla cui confezione sono riportate le informazioni nutrizionali e le quantità da consumare. Le alghe, insomma, vanno gustate con attenzione: in quantità moderate rappresentano un buon modo per completare una dieta sana ed equilibrata.

    Come si usano le alghe?

    Cosparse sulle pietanze, le alghe essiccate in fiocchi regaleranno loro un tocco aromatico. Le alghe nori essiccate e tostate vengono sminuzzate e pressate formando dei fogli che si possono avvolgere in coni per il temaki oppure arrotolare per preparare il classico sushi. Dalle nostre parti, gran parte delle alghe viene venduta essiccata. In particolare wakame e spaghetti di mare diventano più buoni mettendoli in ammollo: assorbono molta acqua e poi si prestano a essere saltati, a preparare zuppe, omelette e insalate.
    Una forma particolare è quella assunta da un’alga rossa che viene usata in special modo nella cucina vegana come gelificante ed è nota con il nome di agar-agar.

    Foto: Stockfood
    Testo: Pia Martin

    Stir-fry di tofu alle alghe con gamberetti e verdure

    Questo semplice piatto asiatico si trasforma facilmente in una pietanza vegana. Basta tralasciare i gamberi e sostituire la salsa di pesce con salsa di soia.

    Cosa ne pensi?
    Scrivi il tuo commento
    Aggiungi

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Commenti (1)
    M. Liaudet 17.11.2018

    Très contente de découvrir cet article, car restaurant japonais mis à part où on en mange de délicieuses, je n'ai jamais osé cuisiner les algues, ne sachant comment m'y prendre...maintenant je vais tenter la chose.

    Risposte

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Valutazioni

    Ti piace questa storia? Grazie della tua valutazione

      (1)

      Questa storia è già stata valutata da 2 persona/e.

      Ti è piaciuta questa storia?
      Condividi questa storia con i tuoi amici

      Hai già letto questi articoli?

      Focus
      La patata da purè non è adatta alla preparazione del rösti, e viceversa. Perché ogni varietà del versatile tubero ha le sue caratteristiche e i suoi impieghi, che vi illustriamo in questa breve panoramica.
      Listicle
      Farciti nel modo giusto, sandwich, panini e toast sono più di un semplice spuntino e si prestano ottimamente per una cena a buffet in terrazza. Ecco le nostre otto ricette preferite.
      Trend
      Patate, crauti e fagiolini secchi: la tradizione vuole che nient’altro si accompagni ai piatti della mazza del maiale. Niente da ridire, ma un pizzico di creatività non guasta. Ecco qualche proposta.
      Listicle
      Non solo il classico gelato alla vaniglia con salsa di lamponi caldi: ecco qualche sfiziosa ricetta in cui il caldo incontra il freddo – o viceversa.

      Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

      Iscriviti e scopri i vantaggi

      Scopri tutti i vantaggi del club

      Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
      Ti piace? Diventa un membro del club e salva questa storia
      Ti piace questa storia?
      Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
      Riprova più tardi.
      Al momento il server non è disponibile.