Pastinaca

La pastinaca era apprezzata già dai Romani. Questa radice è ricca di fibre che stimolano la digestione e delizia con il suo sapore dolce e nocciolato.

Pastinaca

Da un punto di vista culinario, la pastinaca è una vera e propria artista della sopravvivenza. Se questa robusta radice era molto apprezzata dai romani, tanto che oggi viene anche chiamata «carota dei romani», all’epoca dell’Inquisizione venne disonorata e passò dalla tavola alla mangiatoia dei maiali. Oggi questo ortaggio invernale pressoché dimenticato festeggia il suo ritorno in scena. E a ragione! La polpa bianco-crema della pastinaca delizia grazie al suo sapore delicato, dolce-speziato e lievemente nocciolato; è ricca di vitamine, sali minerali e fibre che stimolano la digestione. Le radici succose sono piuttosto piccole e vantano una buccia liscia e intatta. Non lavate, le pastinache si conservano fino a quattro settimane in frigorifero. Squisite pelate, crude, in insalata, come pure cotte a vapore, arrostite, fritte, oppure passate come zuppa.

Foto: Getty Images, iStockphto

Consiglia
Condividi questo articolo con i tuoi amici

Ricette simili

Ti piace? Diventa membro del club e salva la ricetta.
Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
Ti piace questa ricetta?
Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
40 min
competente
Ti piace? Diventa membro del club e salva la ricetta.
Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
Ti piace questa ricetta?
Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
25 min
principiante

Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

Iscriviti e scopri i vantaggi

Scopri tutti i vantaggi del club

Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
Ti piace? Diventa un membro del club e salva questi trucchi e astuzie
Ti piace questo suggerimento?
Ti piace questo suggerimento? Clicca sul cuore e salva il suggerimento nella tua lista.
Riprova più tardi.
Al momento il server non è disponibile.