Mela cotogna

Le mela cotogna contiene sali minerali e vitamine C e B. Solo poche varietà si consumano crude. Il frutto dolce-acidulo cotto è favoloso con la selvaggina.

Mela cotogna

La mela cotogna risveglia ricordi di gioventù… la gelatina della nonna, la cotognata del pranzo di Natale. Qualche anno fa sembrava che questo frutto a granella giallo oro si fosse perso nei meandri delle nostre memorie, ma ora sta tornando in auge. Ben venga, visto che la mela cotogna è un concentrato di cose sane: è ricca di sali minerali, di vitamina C e del gruppo B. Essendo quasi scomparso dai nostri giardini, questo frutto originario del Caucaso oggi viene prevalentemente importato. Sono poche le varietà che possono essere consumate crude, perciò solitamente le mele cotogne vanno cotte. Ridotte in purea danno una gelatina dolce-acidula. Sbucciate, tagliate a spicchi e cotte al forno sono fantastiche con la selvaggina, l’arrosto di maiale e l’agnello in agrodolce.

Foto: Shutterstock

Consiglia
Condividi questo articolo con i tuoi amici

Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

Iscriviti e scopri i vantaggi

Scopri tutti i vantaggi del club

Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
Ti piace? Diventa un membro del club e salva questi trucchi e astuzie
Ti piace questo suggerimento?
Ti piace questo suggerimento? Clicca sul cuore e salva il suggerimento nella tua lista.
Riprova più tardi.
Al momento il server non è disponibile.