Ti è piaciuta questa storia?
Condividi questa storia con i tuoi amici
Ti piace questa storia?
Dai il tuo voto
    (4,5)
    Daniel Humm in der Restaurantküche

    Lo Svizzero Daniel Humm è uno chef di grido in America

    Cosa rappresenta davvero la cucina americana? Lo chiediamo ad uno che lo sa di sicuro: Daniel Humm cucina negli USA dal 2003 ed è ormai conosciuto in tutto il mondo.

    Come definirebbe la cucina americana?

    Non è possibile definire la cucina americana. È proprio questo che mi piace. La varietà di prodotti che offre, le particolarità regionali e gli influssi internazionali fanno sì che qualsiasi definizione le calzi stretta. Qui il rispetto per la tradizione procede di pari passo con una straordinaria apertura all’innovazione. La ricchezza di possibilità generata da questo mix continua ad affascinarmi ogni giorno.

    Com’è cambiato negli ultimi anni ciò che viene servito e mangiato negli USA?

    Le verdure sono senza dubbio al centro della scena. Sia gli ospiti sia i cuochi si sono aperti a universi del gusto completamente nuovi. Inoltre è interessante vedere come tanti cuochi rinomati provenienti da tutto il mondo aprano ultimamente qui ristoranti: locali specializzati in Yakitori e Ramen, ristoranti coreani e molto altro.

    Cosa le piace di quando è a tavola con la sua famiglia e i suoi amici americani?

    Le risate, i racconti, l’unione che si crea intorno al cibo. Non importa se ognuno viene da una località diversa, se ci si riunisce per un’occasione speciale o semplicemente per rilassarsi dopo una giornata pesante. Inoltre noto come qui le persone tengano molto a cosa venga loro servito e quanto apprezzino l’artigianalità culinaria. Come chef, la cosa mi diverte e allo stesso tempo rappresenta una sfida per me.

    Uno dei suoi libri di cucina si intitola «I Love New York». Come esprime l’amore per questa città nei suoi menu?

    A volte lo facciamo in modo discreto, mettendo in primo piano un prodotto locale che ci entusiasma, altre invece prendiamo un tipico piatto newyorkese e lo interpretiamo in una nuova chiave. La vicinanza a campagne fertili, all’acqua e a fantastici frutti di mare, unita alla presenza di artigiani che realizzano prodotti straordinari, rendono questa città uno dei posti più belli al mondo per mangiare e cucinare.

    Daniel Humm in der Restaurantküche

    Daniel Humm, classe 1976, è il più famoso chef svizzero a livello internazionale. Originario dell’Argovia, dal 2003 vive negli USA, dove tra gli altri gestisce il ristorante newyorkese «Eleven Madison Park», nuovamente premiato con tre stelle Michelin e al terzo posto nella classifica dei migliori ristoranti del mondo.

    Testo: Sacha Verna
    Foto: Marco Grob, Francesco Tonelli

    Cosa ne pensi?
    Scrivi il tuo commento
    Aggiungi

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Commenti (0)
    Valutazioni

    Ti piace questa storia? Grazie della tua valutazione

      (4,5)

      Questa storia è già stata valutata da 10 persona/e.

      Ti è piaciuta questa storia?
      Condividi questa storia con i tuoi amici

      Hai già letto questi articoli?

      Trend
      Cattivo umore? Scarsa forma fisica? Una colazione adeguata può fare la differenza.
      Trend
      È un ingrediente sottovalutato in cucina, ma il tè può valorizzare cibi dolci e salati. Ecco le varietà più adatte ai diversi cibi e gli abbinamenti ideali.
      Trend
      Hans Richard si è trasferito nella capitale tedesca fondando nel 2012 il ristorante «Richard» – con grande successo.
      Trend
      La tavolata, vera e propria icona dello stile di vita e dell’ospitalità italiana, vive una rinascita.

      Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

      Iscriviti e scopri i vantaggi

      Scopri tutti i vantaggi del club

      Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
      Ti piace? Diventa un membro del club e salva questa storia
      Ti piace questa storia?
      Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
      Riprova più tardi.
      Al momento il server non è disponibile.