Ti è piaciuta questa storia?
Condividi questa storia con i tuoi amici
Ti piace questa storia?
Dai il tuo voto
    (3,9)
    Sgombri alla griglia

    Il maestro del grill. Quello vero.

    Chi possiede un proprio grill, ama sicuramente definirsi un maestro della griglia. Ma il vero maestro è anche chi conosce e applica queste sei regole fondamentali, soprattutto quando si tratta di preparare il pesce.

    Direttamente sulla griglia

    Quando griglii pesci interi, è importante pulire bene la griglia e oliarla prima dell’uso, per evitare che la pelle del pesce si attacchi alla griglia. Sciacqua il pesce con acqua fredda e asciugalo. Sala e pepa la cavità ventrale e farciscila con fette di limone ed erbe aromatiche. Spennella il pesce con olio all’aglio. Griglia a fuoco molto basso, il pesce cuoce molto più velocemente della carne.

    Impacchettati

    I filetti di pesce più piccoli o i tranci di nasello e pangasio si grigliano meglio al cartoccio o avvolti in una foglia di banano, insaporiti con burro, cipolle ed erbe aromatiche.

    Sulla tavoletta

    Le tavolette di affumicatura sono in puro legno di cedro rosso. Dopo essere state immerse in acqua per circa 1 ora, vengono utilizzate sul grill a gas a fuoco medio e sul grill a carbonella a fuoco indiretto oppure sulla parte della griglia meno calda. Ideali per il pesce, ma anche per carne, verdura e pizza.

    Prima il dovere e poi…

    Pulisci il grill a gas a una temperatura di 90 °C. In questo modo lo sgrassante agisce in profondità e ti risparmia la fatica di sfregare. Il grill si pulisce praticamente da solo, se dopo la pulizia lo regoli a una temperatura massima di 350°C. In tal modo, tutto lo sporco sarà bruciato dal calore. Indossa assolutamente i guanti da grill!

    Per rimuovere la miscela di grasso, spezie e particelle di cenere che si deposita sulla griglia a carbonella formando una patina nera, sono necessari dei detergenti sgrassanti. Dopo aver fatto raffreddare la griglia, distribuisci il prodotto detergente e lascia agire durante la notte. Chi preferisce i rimedi naturali, non ha che da immergere una spugna umida nella cenere: agisce come il sapone, che per altro in passato veniva prodotto proprio con la cenere.

    Prima il piacere e poi…

    Chi preferisce rimandare la pulizia al giorno dopo, può avvolgere la griglia fredda nella carta da giornale, inumidirla abbondantemente e lasciarla così per tutta la notte. La rugiada o la neve hanno lo stesso effetto: l’umidità ammorbidisce le incrostazioni, consentendo di eliminarle più facilmente con la paglietta d’acciaio o la spazzola per grill.

    Sempre pronta

    A fine grigliata, quando la brace è ormai fredda, rimuovi accuratamente i resti di cenere dal coperchio e dal braciere. La cenere attira l’umidità, facendo sì che i grill a carbonella siano maggiormente esposti alla ruggine. Inoltre, alla prossima grigliata, lo strato di cenere impedirà la circolazione dell’aria, ostacolando la buona riuscita. Se la griglia non viene utilizzata per parecchio tempo, prima di riporla sfregala con grasso vegetale e asciugala con carta da cucina, in modo da proteggerla dalla ruggine.

    Testo: Stephanie Riedi
    Foto: Lukas Lienhard, Christine Benz

    Cosa ne pensi?
    Scrivi il tuo commento
    Aggiungi

    Grazie per aver inserito un contributo. Sarà verificato e reso disponibile quanto prima.

    Commenti (0)
    Valutazioni

    Ti piace questa storia? Grazie della tua valutazione

      (3,9)

      Questa storia è già stata valutata da 11 persona/e.

      Ti è piaciuta questa storia?
      Condividi questa storia con i tuoi amici

      Hai già letto questi articoli?

      Trend
      La storia della realizzazione delle nuove pubblicità Migusto racconta di cibi squisiti, attori a due o a quattro zampe e di una première culinaria.
      Focus
      Cozze, kofte e moussaka: queste ricette ricreano magicamente l’atmosfera mediterranea a tavola – anche quando le vacanze sono ormai un lontano ricordo.
      Listicle
      Scopri le migliori opportunità di shopping e pernottamento nella città sulle rive del Reno.
      Reportage
      La piccola Svizzera ha tanto da offrire sotto il profilo gastronomico. Molte delle specialità per le quali la nostra cucina oggi è famosa sono nate per necessità.

      Ricevi punti Cumulus moltiplicati per 10. Iscriviti & guadagna punti!

      Iscriviti e scopri i vantaggi

      Scopri tutti i vantaggi del club

      Iscriviti al club ed esprimi la tua opinione.
      Ti piace? Diventa un membro del club e salva questa storia
      Ti piace questa storia?
      Clicca sul cuore e salva la ricetta nella tua lista.
      Riprova più tardi.
      Al momento il server non è disponibile.